Il Manifesto per Tigiscuola

 

Il progetto nasce per mostrare al grande pubblico web il punto di vista della Scuola sul mondo.

Finora la Scuola ( Università e Ricerca) è sempre stata solo “oggetto” della politica. Ne ha subito la impostazione in tutte le stagioni della Storia d’Italia, dalla Nascita della Nazione, al Fascismo, alla Democrazia, dal Boom Economico alla Depressione Economica, dal Proporzionale all’Era del Maggioritario.

 

La Scuola non ha mai saputo e/o potuto essere elemento autonomo e trainante rispetto ai governi, eppure la Scuola che agisce sui giovani dovrebbe essere un indice di previsione delle tendenze culturali e politiche nel mondo. E potrebbe, tramite il linguaggio e l’esperienza degli insegnanti, mostrare qualcosa di diverso rispetto agli usuali telegiornali quotidiani.

Lo strumento internet, inoltre, potrebbe, con gli scarsi mezzi a disposizione di discenti e docenti che intraprendono questa strada, fornire il modo per mostrare questo punto di vista al web.

 

Quando abbiamo deciso di intraprendere questo progetto, siamo stati sorpresi dall’assenza di iniziative in tal senso.

 

Ci possiamo sbagliare, ma il nostro progetto potrebbe permettere una sorta di rivincita per il personale della Scuola Università e Ricerca da molti lustri tartassato ed umiliato dalla politica e potrebbe anche indicare strade alternative o diverse rispetto alle attuali tendenze politiche correnti.

 

Naturalmente, nel progettare il cammino difficile che ci attende, abbiamo messo in preventivo i pericoli che incombono. I pericoli maggiori sono quelli di lasciarsi corrompere dai soldi ed ancora di più da una sola e prevalente idea politica. É per questo che il progetto Tg  Scuola  nasce con la necessità di una base volontaria e plurale.

 

La volontarietà è necessaria per diminuire i costi che pur ci saranno. Ogni operatore del progetto dovrà prestare la propria opera di commentatore, di analizzatore, di satira, di cinefotooperatore ecc. in maniera per lo più volontaria. I soldi che potranno arrivare dalla pubblicità serviranno inizialmente ad aumentare il patrimonio tecnico e, solo successivamente, a pagare le spese dei volontari ed eventualmente la loro opera.

 

Certo le cose potrebbero cambiare ed in questo caso potrebbero essere rivisti i criteri dell’operazione.

 

La pluralità d’opinione ci permetterà anche un dibattito interno alla redazione che ci dovrebbe far crescere in libera concorrenza, quindi la linea editoriale dovrebbe essere quella di maggior apertura possibile.

 

In pratica tutti coloro che insieme con noi sono d’accordo ad intraprendere questo progetto, dovranno fornire articoli, foto e video per assemblare un Tg due volte al giorno sulle notizie di cronaca che pervengono in redazione.

 

Naturalmente la velocità e la capacità di operare verranno piano piano. Noi abbiamo già fatto qualche piccola esperienza di redazione con www.anceachimici.it di cui potete vedere impostazione e  filmati sul sito.

 

Sarà necessaria la formazione di una Associazione o Cooperativa e successivamente l’istituzione di una testata giornalistica.

 

www.tigiscuola.it - www.tgdellascuola.it